#30daysofyoga My experience

I’m never been a fitness fan/lover; as a child I had 5 swim lessons, then I spent years practicing Artistic Gymnastics stopping it when my changed body didn’t fit any more with that activity, so I said goodbye to splits, balance beam and verticals changing it into aerobics and step sessions. Everything good, everything nice, but I was not satisfied about aerobics so I slowly give up restricting my workout at the few hours at school (proclaiming myself as jump rope champion :)).

Only during my second University Year I got back into “gym mode” spending the entire year surrounded by tapis roulant, steps and other infernal machines, but more I continued my workout more I felt uncomfortable with the gym environment realizing how that was not my place.

Thus I always looked for considerable alternatives able to let me move avoiding shortness breath and self-respect loss; this was the moment where I approached Pilates, but after the first year I gave up because was too stressful for me dealing the gym environment.

Lately I felt the need to get back in shape without going to the gym, so I thought I should try to start a home workout using tutorials. Was all about me and my will, so I first started with Pilates – keeping the previous road – but after a while I wanted to try something new, so I tried the Yoga.

I began with singular lessons, but after awhile I met the #30daysofyoga by Adriene (Youtube channel: Yoga with Adriene) and I immediately wanted to start this program, feeling it like a personal challenge. Surprisingly this program caused in me a resistance and constancy that I never thought I have. Reach the end of the program is been a total success because allowed me to learn a practice that I really enjoy, and gave me a workout that I love and that I want to improve more and more.

By now there is no day without a bunch of time dedicated to a lesson Yoga!

Which is your favourite workout?

Are you gym or home workout lovers?

white

Non so voi, mai io non sono mai stata una fitness dipendente/amante; da piccola ho svolto al massimo 5 lezioni di nuoto, ho praticato per anni ginnastica artistica – partecipando anche a qualche garetta, ma senza eclatanti successi -poi è arrivato lo sviluppo e ho fatto ciao ciao con la manina a spaccate, travi e verticali virando verso l’aerobica e lo step. Tutto bello tutto caruccio, ma alla fine non ero per niente soddisfatta così pian piano ho abbandonato tutto limitandomi a quelle poche ore di educazione fisica a scuola in cui mi sono autoproclamata campionessa di salto con la corda. :)

Solo durante il mio secondo anno di Università ho ripreso seriamente a fare attività fisica in palestra tra tapis roulant, step, e altre macchine infernali, ma più continuavo e più mi convincevo che quello non era l’ambiente adatto a me.

Così ho sempre cercato delle alternative che riuscissero a farmi muovere senza perdere fiato e dignità; è a questo punto che mi sono avvicinata al Pilates, ma ogni volta che mi imponevo di iniziare la mia sensazione di disagio nei confronti dell’ “ambiente palestra” saliva fino al punto che alla fine del primo anno di corso ho evitato di continuare.

Ultimamente ho sentito il bisogno di rimettermi in moto, ma di tornare in palestra proprio no, così ho pensato di iniziare un allenamento casalingo avvalendomi dell’aiuto dei tutorial. A quel punto era tutto in mano mia così mi sono messa di impegno e ho iniziato timidamente con del Pilates – per continuare la strada conosciuta – virando successivamente verso lo Yoga spinta dalla voglia di novità.

Sono partita affrontando singole lezioni, ma appena incontrato il programma #30daysofyoga (canale: Yoga with Adriene) ho voluto subito iniziare questa sfida personale che – sorprendentemente – ha scatenato una resistenza e una costanza che non credevo avere. Arrivare alla fine di questo programma è stato un grande successo perché mi ha fatto scoprire una disciplina che apprezzo (sempre di più) e mi ha regalato quella voglia di fare esercizio, e di migliorarmi, di cui avevo bisogno.

Oramai non passa giorno senza che io riesca a ritagliarmi qualche minuto per svolgere la mia lezione quotidiana!

Qual è la vostra attività preferita?

Siete amanti della palestra o dell’allenamento in casa?

My new challenge:

La mia nuova sfida:

Youtube: Do You Yoga #14 Day Yoga Shred Challenge

Youtube: Do You Yoga
#14 Day Yoga Shred Challenge

Posted in Almost Insiders | Tagged , , , , , , | Leave a comment

What I may wear?! #7

It’s been a while since the last post, but an unpleasant event overwhelmed me so much that writing on the blog is been in the thoughts, but not in my priorities list.

Even if I’m still in a setting period I wanted to let the bad thoughts away and open the Wonder Closet of our Bidimensional Friend to find an outfit  – or just have an idea – for a ceremony.

Because May is so, when the good weather comes everybody wants to celebrate their big events with style and elegance, and so the guests needs to show their best too. During years I avoided some events, I showed up at others, I completely get wrong some outfit, I’m already trying to plan other outfit for future events.

Let’s see what I’ve found…

 

white

Un po’ di tempo è passato dall’ultimo post, ma un evento spiacevole mi ha travolto e mettermi a scrivere sul blog è stato tra i miei pensieri, ma non nella lista delle mie priorità.

Anche se ancora in via di assestamento oggi ho voluto lasciar andare i brutti pensieri ed aprire l’armadio delle meraviglie della nostra Amica Bidimensionale per trovare un outfit – uno straccio di idea – adatta ad una cerimonia.

Perché maggio è così, arriva il bel sole e tutti hanno voglia di festeggiare gli eventi importanti della vita con stile ed eleganza, e così anche gli invitati devono impegnarsi e cercare di presentarsi al meglio. Nel corso degli anni ho evitato alcune cerimonie, mi sono “imbucata” ad altre, ho sbagliato completamente l’outfit in alcune e sto già vagamente pensando a quelle future.

Ma vediamo cosa ho tirato fuori…

 

WIMW7 copia copia

 

 

 

 

 

Posted in Almost Insiders | Tagged , , , , , , , , | Leave a comment

Makeup routine

You already know about my make-up passion; this madness leads me to get around looking for new products , waiting for beauty news and listen a lot of products opinions – I don’t know if this happens to you too, but by now before any purchase I check a lot of reviews about.

So I thought: why don’t share my make-up routine?

Do you have a robust make-up routine, or you are an hopeless traitor?

BASE: I change it like I change underwear because I’m not so smart choosing the right colour foundation, the right consistence or undertone. Up to few weeks ago I used the Bourjois “Healthy Mix” that I love because of the fluid texture, the brightness and long lasting; now I’ve replaced it with the Sephora “Brightening and hydrating”…still not so sure about it.

Now it’s concealer time and I have three options here: the famous Maybelline “Anti Age” concealer in Medium and Light – depending on the mood and the result I want to achieve – and the L’Oréal “Accord Parfait” that I usually use on spots.

To set all this structure now I usually use powders; yes, there’s an “s” because I have two not-good-for-me products. One is the “Fit Me” by Maybelline in shade 120 that has not a good feeling with my skin, the other one is the Kiko “Invisible Powder” that can’t gave its best because of the inappropriate brush – Mea Culpa -.

The last face step is “Chubby Stick – 02 robust rhubarb” by Collistar, the creamy blush that gave glow and and health to your skin.

EYES: usually I put no limits on eye colour, but talking about an every day make-up I could never give up to my beloved Too Faced “Natural Eyes” that I constantly use like simple base, for stronger looks and to fill my eyebrows. Last inevitable touch is mascara that in this period is the Benefit “Roller Lash”.

LIPS: my lips are always different because I love to use different colour and feel different with this or that shade, but what I never miss is moisturizing step with cream or lip balm; but talking about everyday look I mostly use the Max Factor “Colour Elixir Lip Liner” in the shade “Pink Princess”, even if sometimes I love to use a really red lipstick for a casual afternoon walk.

This is my routine…for now :)

Which is your essential make-up piece?

 

white

Da tempo sapete che la passione per il make-up si sta impossessando di me; pensavo fosse un vento passeggero invece si è trasformato in arietta-fresca-e-leggera sempre presente. Così presente che amo ogni volta andare a vedere le ultime novità, le opinioni riguardanti i vari prodotti (non so se capiti anche a voi, ma oramai prima di procedere con un nuovo acquisto vado prima a vedere cosa pensano le blogger che amo seguire) Così oggi ho pensato: perché non condividere con voi la mia make-up routine?

Avete un’abitudine “makeupposa” dura o morire o siete delle traditrici croniche?

BASE: cambio base come si cambiano le mutande perché non sono mai un genio nella scelta dei colori più adatti a me, nelle consistenze o nel sottotono giusto. Fino a qualche settimana fa usavo il fondotinta di Bourjois “Healthy Mix”, l’ ho amato per la sua consistenza fluida, la sua luminosità e la sua lunga durata, ma da poco è stato sostituito dal “Brightening and hydrating” di Sephora sul quale ancora non so esprimermi.

A questo punto della storia vuoi non mettere un correttore? In questo caso uso un paio di prodotti perché tra la voglia di provare cose diverse e a volte l’errore che ti fa tornare a casa maledicendo il momento in cui hai comprato quella roba ti ritrovi con tre correttori che usi alternativamente per cercare di capire quale sia il migliore per te.

Il primo che fatico ad abbandonare è il Maybelline “Instant Anti Age” nel colore Nude che uso la maggior parte delle volte sulle occhiaie. Spesso ho cercato di sostituirlo con la colorazione Light seguendo il motto “Illuminiamo la zona!”, ma senza troppo successo. Con lo stesso intento ho provato anche qualcosa di più cremoso come l'”Accord Parfait” di L’Oréal che ho riciclato come correttore “da discromie” perché dona maggior coprenza.

Per fissare tutta questa impalcatura uso una delle due ciprie che in alternanza cerco di farmi piacere, ma di cui non sono mai troppo soddisfatta: una è la “Fit Me” di Maybelline colore 120 che per quanto leggera con la mia pelle non va un gran che d’accordo, l’altra è la Kiko “Invisible Powder” leggera e trasparente ma non così ottima come sembra per colpa di un pennello non adatto  – Mea Culpa -.

Ultimo passo, per ora, è il blush Collistar  “Chubby Stick – 02 robust rhubarb” che grazie alla sua formulazione cremosa e al suo colore magnetico dona luminosità e vita al viso.

OCHHI: per gli occhi diciamo che cerco di non pormi troppi limiti, ma parlando di “ogni giorno” ciò che è sempre presente è la mia amatissima  “Natural Eyes” di Too Faced.

Uso costantemente questa palette come base semplice o composta e la sfrutto anche come colore per le sopracciglia grazie al suo bel marrone freddo e carico perfetto con il mio colore naturale. Dopo aver definito la palpebra aggiungo sempre, o quasi, un buon mascara che nell’ultimo periodo si chiama “Roller Lash” di Benefit.

BOCCA: la tanto amata bocca è sempre in cambiamento, ma la prima cosa a cui penso è l’idratazione; una volta superato questo step spesso mi ritrovo a sottolineare il mio colore naturale con la Max Factor “Colour Elixir Lip Liner” nella colorazione “Pink Princess”…anche se a volte viene scalzata da una bel rosso carico che adoro indossare anche per una semplice uscita pomeridiana.

Questa è la mia routine…per ora :)

Qual’è il vostro irrinunciabile pezzo di make-up?

IMG_5057

 

 

 

Posted in Almost Insiders | Tagged , , , , , , , , , , | Leave a comment

Whiplash

Yesterday, well out of an initiative organized by the local movie theatre, I retrieved watching a movie which trailer intrigued me, about which I forgot the name for weeks and that I couldn’t watch during release weeks: Whiplash.

Thus, after my transformations into an expert film reviewer and barker to convince my friend to come with me, I arrived in a full theatre (surprisingly) ready for a movie from which I had no idea what expect.

Boom!!

A movie which doesn’t know what dead times are, that thrills you, grow an unexpected desire to embrace an instrument and become the next music history prodigy, that get you mad, makes you feel the character pain, makes you feel anxious, trusting for the best, that shock you, makes you sweat, laugh, keeps your eyes on the screen no flinching.

A movie to watch, re-watch and listen.

I was there to push people beyond what’s expected of them. I believe that’s an absolute necessity. [Terence Fletcher]

white

Ieri, approfittando dello “Svisti e Rivisti” proposto dal cinema di zona, ho recuperato la visione di un film che mi aveva incuriosito dal trailer, di cui ho dimenticato il nome per settimane e che non sono riuscita a vedere durante le settimane di uscita: Whiplash.

Così, dopo essermi trasformata in critica esperta nonché imbonitrice da strapazzo per convincere la mia amica ad accompagnarmi, mi sono ritrovata in una sala piena di gente (sorprendentemente) pronta alla visione di un film da cui non sapevo cosa aspettarmi.

Boom!!

Un film che non sa cosa siano i tempi morti, che sa coinvolgere, che ti fa venir voglia di uscire prendere in mano uno strumento e diventare il prossimo prodigio della storia della musica, che ti fa arrabbiare, che ti fa sentire il dolore del protagonista, che ti tiene in ansia, che ti fa sperare per il meglio, che ti sciocca, che ti fa sudare, che ti fa ridere, che ti tiene incollato allo schermo senza batter ciglio.

Un film da vedere, rivedere e ascoltare.

Ero lì per spingere le persone oltre le loro aspettative. Era quella la mia assoluta necessità. [Terence Fletcher]

white

Whiplash-International-Poster-slice

Posted in Almost Insiders | Tagged , , , , , , , | 4 Comments

MOOD MUSIC TAG ❤

Oggi si risponde ad un tag – grazie alla gentilissima Alessandra di sugarcrushblog.wordpress.com per averci taggato :) – perché sapete che la musica per noi è qualcosa di imprescindibile ed irrinunciabile e non potevamo rinunciare a questo ennesimo modo di condividere ciò che ci piace e ci appassiona.

Come potete ben intuire dal titolo, questo tag è legato alla musica e al suo potere di suscitare emozioni in maniera spontanea ed irrefrenabile; la colonna sonora dei nostri ricordi, belli o brutti che siano, quella che riesce a fare di momenti ricordi indimenticabili.

Sapete che ogni tag ha le sue regole e, come ogni regola, vanno rispettate, quindi eccole:

1. Per partecipare devi essere stato taggato almeno una volta
2. Scegli almeno 5 tracce musicali (o più) che rispecchino alcune emozioni o stati d’animo al positivo.
3. Tagga almeno 5 blogger (o anche di più ) e avvisali di averli taggati
4. Cita il mio blog all’interno del tuo articolo con link diretto o esteso: sugarcrushblog.wordpress.com , scrivendo che l’idea è partita da qui
5. Se vuoi spiega anche brevemente perché hai scelto alcune tracce piuttosto che altre

Ora passiamo al sodo:

  • Move together – James Bay: ogni volta che la ascolto una sensazione di dolcezza infinita si impossessa di me
  • Do You want you – Franz Ferdinand: mi regala una voglia sfrenata di saltare e cantare a squarciagola
  • Feels like we only go Backwards – Tame Impala: io e gli spostamenti in treno alla scoperta di Sydney. Ora piango.
  • Alfonso – Levante: quando si dice che un’artista scrive canzoni che avresti potuto scrivere tu stesso
  • No Hope – The Vaccines: e subito la mente va alla promessa mantenuta che me li ha fatti incontrare, senza parole!

Avrei potuto continuare all’infinito, ma meglio fermarmi e iniziare con i tag!

Viaggia Sogna Ama

Aria Loves 

Un diario per due sorelle 

Sweet Cupcake

Make up your life!

Enjoy!

white

 

Today is a tag day – thank you to the kind Alessandra from sugarcrushblog.wordpress.com for the tag – because we couldn’t give up talking about music. As you know music is essential and this is another way to share what we love.

This tag concern of music and the its innate power to evoke feelings spontaneously and in an uncontrollable way; the soundtrack of our memories, good or bad, the one that change a moment into an unforgettable remembrance.

Every tag has rules and we need to follow them, so here they are:

  1. To join it you need to be tagged at least once
  2. Choose at least 5 music tracks (or more) which denote positives feelings or moods
  3. Tag at least 5 (or more) bloggers and apprise them about the tag
  4. Quote my blog in your post with extended or direct link: sugarcrushblog.wordpress.com writing that the idea came from here
  5. If you want you can briefly explain the reason of your choices

Now let’s get to the point:

  • Move together – James Bay: every time I listen it my hidden sweetness seizes of me
  • Do You want you – Franz Ferdinand: gives me an irresistible urge to jump and sing out loud
  • Feels like we only go Backwards – Tame Impala: me and my railways journey discovering Sydney. Now I cry
  • Alfonso – Levante: when you realize the ability of an artist to write what you could write yourself
  • No Hope – The Vaccines: and mind immediately goes to the kept promise that brought me to meet them, speechless!

I could go over and over, but it’s better to stop and tag!

Viaggia Sogna Ama

Aria Loves 

Un diario per due sorelle 

Sweet Cupcake

Make up your life!

Enjoy!

 

 

Posted in Almost Insiders | Tagged , , , , | 4 Comments